fbpx

Giorno: 1 Settembre 2020

VACANZE FINITE, VOLTARE PAGINA!!!

VACANZE FINITE, VOLTARE PAGINA!!!

Primo blog post vacanze estive, come state? Io benone, sono tornato con tanta voglia di fare bene e continuare a lavorare per realizzare i miei sogni.

Ho passato una decina di giorni in montagna quest’anno, erano anni che non lo facevo nel periodo estivo, devo dire che è stato un toccasana, per l’aria che ho respirato e le attività sportive svolte per riempire le giornate divertendomi a fare cose che non mi è concesso nella vita di tutti i giorni nella mia Milano.

Ma il bello sta proprio lì, attirano sempre le cose che non conosci o che non puoi fare quando ti garba e allora escursioni, rafting, arrampicate, relax in piscina, cibo alpino, case diverse, cultura diversa, prati verdissimi, tanti fiori. Bellissimo.

Sono dell’idea che viaggiare aiuta a crescere, o meglio, a vedere il mondo in maniera più attenta, matura. Apre la mente, ti porta via dalle preoccupazioni, ansie, routine e ti riqualifica per affrontare qualsiasi cosa con uno spirito nuovo. Ovviamente l’aver scelto la montagna non è stato casuale, volevo vedere la metafora della vita applicata alla realtà. Tanta fatica a tratti, come l’insegnate più valida e cattiva che esista: l’esperienza.

E sì, perché prima senti fatica, non capisci perché delle cose, spesso la mente viene offuscata da essa ma poi, quando arrivi in cima….. Quando arrivi in cima dici “ bello “ ma tendi ad apprezzare quello che hai fatto prima, la fatica, perché è grazie ad essa che si apprezza la vista.

Ecco, come nel lavoro, si fa fatica, si sbaglia, si fa bene, tante cose ed emozioni differenti e poi, a risultato raggiunto, la gratificazione non sta lì ma nel guardarsi indietro, ciò che si è fatto per arrivare lì.

Complicato?

Non credo, basta immedesimarsi, chiudere gli occhi e provare a rivivere un’esperienza, la mente va alle difficoltà e non alla soddisfazione del fatto in sé.

Ho vissuto nel recente passato un qualcosa di incomprensibile per una persona razionale come me, pragmatica di direi, una montagna incredibile che ho tanto sognato di raggiungerne la vetta da non essermi curato del percorso, di munirmi delle giuste attrezzature, solo cuore, poca testa. Risultato? Mi sono ritrovato a valle. E’ male? Non credo, se qualcosa non avviene è perché cosi doveva essere, e non guardo alle responsabilità ma a come rifare quella cosa meglio. Ho incontrato ostacoli come la paura, bestie cattive come la diffidenza, letame come metafora di quanto mi è arrivato, il mio lato oscuro, sentieri incantevoli e ho capito che per arrivare lassù non serve cercare scorciatoie, si perde la bellezza del cammino, la crescita, e la vista della cima. Puoi fare un sacco di kmetri dando tutto ma se poi sbagli non c’è perdono, anzi. E’ giusto cosi, chi sbaglia paga, se no come capisci l’errore?

Allora mi sono detto, andiamoci veramente in questo diavolo di montagna e vediamo come si fa per fare meglio poi. Fatto! Ora sono felice e auspico che chiunque leggerà provi a intervallare la vacanza al mare alla montagna anche perché, detto tra noi, l’unica cosa che quest’ultima non possiede è la noia.

Rinnovo dunque l’augurio di uno sfolgorante inizio delle attività lavorative a tutti e, se dovesse servirvi della valida e appassionata consulenza immobiliare, non esitate a rivolgervi a Spaziourbano.

 

Davide Bosisio

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi