fbpx

Tag Archives: home

Il nuovo sito è online!

Il nuovo sito è online!

Il nostro nuovo sito internet è finalmente online! Dopo varie modifiche e ritocchi ora è completo e a disposizione dei nostri clienti.  In questo blog vi presento le caratteristiche principali con l’invito, se non lo avete già fatto, a visitarlo.

Si ispira ai trend visual attuali, design giovane e moderno, linee grafiche minimal e d’impatto, in cui gli elementi illustrati fanno la differenza. E’ stato dato grande spazio alla nostra mascotte, che ci rende unici e riconoscibili. Stile e personalità attraverso un approccio monocromatico in cui risalta il nostro colore distintivo, il blu, l’aspetto risulta elegante e pulito. E’ stato studiato per essere molto semplice ed intuitivo, come deve essere, per far sì che sia uno strumento fruibile per tutti. E’ chiaramente ottimizzato al meglio per i motori di ricerca e adatto a tutti i device, con particolare riguardo agli smartphone.

Ma partiamo dall’inizio, dal “chi siamo”: è qui che presentiamo il nostro marchio, la nostra mascotte, qui ci mettiamo la faccia, questi siamo noi: la nostra storia, la nostra mission.

Chiaramente ampio spazio è stato dato agli immobili, in home è presente una facile ricerca per filtrare al meglio ciò che realmente si cerca, una selezione di proposte è presente già nella pagina iniziale. L’immobile viene presentato oltre che con una galleria fotografica anche con il virtual tour, utile per entrare in casa per una vera e propria visita virtuale dell’immobile. La descrizione e le caratteristiche principali completano l’annuncio.

C’è sempre il nostro blog con cui rimanere informati su svariati argomenti, dal mercato immobiliare, agli investimenti, dalle risorse umane alle aste, dai mutui alle novità fiscali e legali oltre che tutto ciò che ci riguarda per rimanere sempre in contatto con la nostra struttura.

E’ sempre presente lo spazio per le recensioni, che è per noi motivo di orgoglio, qui raccogliamo il vostro punto di vista sul servizio che vi abbiamo fornito, ma anche i vostri suggerimenti su come migliorare, strumento indispensabile per crescere.

Nella sezione aste vengono suggeriti alcuni immobili attualmente sul mercato che appaiono interessanti e presentato il servizio di consulenza che possiamo offrirvi.

Fin qui non si discosta molto dal sito precedente, ma la vera grande novità sta nei servizi. In questa sezione vengono presentati tutti i nostri servizi esclusivi e diversificati. Dal sito è possibile acquistare il singolo servizio, sarà rapido, professionale, sicuro e addirittura anche senza uscire di casa, se lo si desidera.

Si tratta proprio di un vero e-commerce, sono presenti servizi per la vendita, rivolti anche ai privati accessibili a tutti anche se non si è a Milano, servizi per la locazione, per la reperibilità della documentazione necessaria, ma anche per il post-vendita per tutte quelle procedure che occorrono una volta acquistata casa. Da qui si possono inoltre richiedere consulenze con i nostri professionisti per mutui, pratiche catastali, notai e tutto ciò che occorre per soddisfare ogni esigenza immobiliare.

Siamo certi che sarà apprezzato e utile, ma ora tocca a voi utilizzarlo e farci sapere cosa ne pensate, scriveteci nella sezione contatti.

Buona navigazione!

Daniele Modugno

 

la nuova Mascotte di SPAZIOURBANO!

SPAZIOURBANO è lieta di presentarvi la nuova MASCOTTE!

Per rendere sempre più familiare il nostro Brand agli occhi dei clienti presenti e futuri, abbiamo pensato di affiancare al nostro marchio una simpatica Mascotte.

Si tratta di un gatto stilizzato blu, come il colore del nostro marchio, che ispira curiosità e scoperta.

La curiosità di entrare nel nostro mondo di servizi, di approcciarsi a noi e scoprire il nostro metodo lavorativo.

La scoperta della tua nuova casa, la realizzazione del sogno di tanti clienti che negli anni si sono affidati a noi.

Il Gatto è un animale stupendo, che più di ogni altro animale da compagnia, vive appieno la casa entrando in simbiosi con l’ambiente che lo circonda. E’ un animale libero, che vive senza compromessi.

Ci auguriamo che vi possa piacere e che diventi presto familiare a tutti voi; ma al nostro simpatico Gatto manca ancora un nome e per questo vi chiediamo aiuto!

Inviateci via mail o nei consueti canali social il nome che ritenete più appropriato entro il 30 Aprile, al primo che ci invierà  il nome che verrà scelto offriremo una cena a Milano di pesce per due! Il coupon dovrà essere ritirato in agenzia. Aspettiamo le vostre idee!

Daniele Modugno

la nuova Mascotte di SPAZIOURBANO!
Chiudi la vendita!

Chiudi la vendita!

Hai trovato finalmente il tuo acquirente giusto? Fantastico! E’ il momento di chiudere la vendita!

Se, finalmente dopo tante visite, hai trovato una persona interessata a casa tua, è il momento di stringere e chiudere la trattativa.

La prima regola fondamentale è: non parlare già di soldi in fase di visita della casa. Mentre il tuo acquirente vede la casa, deve concentrarsi solo su essa. Per quanto riguarda il prezzo, se ne parlerà seduti ad un tavolo, una volta che ha deciso che gli interessa veramente.

Quindi, non abbassare già la richiesta in fase di visita, gli acquirenti sanno benissimo che poi si tratta, ma scendere già in questa fase, ti porterà a iniziare la trattativa da un punto più basso e molto probabilmente dovrai scendere ulteriormente, se vorrai chiudere, perciò non farti tirare dentro, fai un passo alla volta, se te lo chiede, rimanda il discorso con un laconico: “se interessa, poi ne parliamo…”

Una volta che il tuo acquirente ti palesa il concreto interesse per la casa, accomodatevi ad un tavolo e parlatene!

Anche qui devi stare sempre attento a non commettere errori: innanzitutto fai esporre lui, la tua richiesta già la sa, senti cosa ha da proporti lui e prima di rispondere frettolosamente pensaci bene.

Fatti bene i tuoi conti, in base all’operazione che devi affrontare: estinguere un mutuo, ricomprare, valuta anche l’interesse che ha ricevuto casa tua…  Valuta l’operazione a 360 gradi, non sentire solo il numerino che ti dice…

Solo quando sei assolutamente convinto della decisione, rispondi, senza tralasciare nessun aspetto. Sarebbe antipatico rimangiarsi la parola, rischieresti di indispettire il tuo acquirente e di far saltare tutto.

Ricorda, che è consentito accettare come rifiutare e/o anche fare una controproposta ragionevole.

E’ chiaro, che in trattativa, un’agenzia è molto utile, avere un tramite ti evita di esporti subito, magari in maniera sbagliata, ma se sei arrivato a questo punto senza, allora devi cavartela da solo.

Una volta che avete raggiunto un accordo, va messo tutto per iscritto e devi farti lasciare una caparra.

Regola FONDAMENTALE: senza accordo scritto e senza caparra, non hai venduto niente! Sai quante case ho venduto a parole? A quest’ora sarei ricco! Sai quanti, ti tirano in ballo mesi entusiasti di una casa e poi non la comprano? Persone che prendono già le misure dei mobili e poi non ti rispondono più al telefono… Fidati, se la vuole veramente mette tutto per iscritto e ti dà la caparra, senza scuse e senza rimandare troppo… Se rimanda, non è convinto, quindi vai avanti a cercarne un altro.

Vuoi un consiglio per capire se è realmente interessato? Mettigli pressione dicendo che stai attendendo a giorni una risposta da un altro, se è realmente interessato e teme di perderla esce allo scoperto, se ancora tentenna, è molto probabile che non sia il tuo acquirente!

L’accordo scritto deve contenere principalmente questo: i vostri dati, i dati dell’immobile, il prezzo raggiunto, le modalità di pagamento, con le relative date precise in cui verranno corrisposte.

Dovete fare una scrittura privata che si chiama PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA, che va registrata all’agenzia delle entrate. E’ molto importante farla bene e che contenga tutte le condizioni stabilite in modo da non aver problemi al rogito.

Un modulo prestampato si trova facilmente su internet, ma se non volete rischiare di fare errori noi offriamo questo servizio: redigere il Preliminare e registrarlo all’Agenzia delle Entrate al costo di € 150 più iva, compila il form che trovi qui

Vi prepariamo noi la scrittura in triplice copia, mettendo bene per iscritto tutti i vostri accordi e andiamo noi a registrarlo all’Agenzia delle Entrate, così oltre ad essere sicuri che sia giusto, vi risparmiate anche una mattinata di coda.

Qui mi permetto di dirti questo, la cifra è veramente minima, hai veduto casa, è una cosa importante, va bene fare tutto da solo, ma se non hai esperienza fallo fare a un professionista, non rischiare! Il costo lo potete dividere; potresti già proporglielo in fase di trattativa, di solito è una cosa ben vista, da maggior sicurezza sapere che verrà gestito da una persona competente.

Ovviamente, oltre alla stipula ci sono i costi di registrazione di legge che sono questi:

– € 16 di marche da bollo per ogni copia che registri (minimo due, di solito tre copie), per ogni 100 righe.
– € 200 di imposte fisse
– 0,5 % delle somme versate come caparra (imposta di registro)

Le marche da bollo devono avere la stessa data del Preliminare, altrimenti si paga una penale, e si acquistano al tabaccaio, gli altri due pagamenti vanno fatti in banca tramite f23, i codici di pagamento sono:

– Imposte fisse € 200 codice: 104T
– 0,5 somme versate, imp. Registro codice: 109T

Il preliminare va registrato entro 20 giorni dalla stipula, di solito i costi di registrazione li paga chi compra, ma è meglio chiarire prima e comunque è un obbligo anche tuo che venga fatto. Spero di essere stato chiaro, se hai dubbi puoi sempre contattarmi QUI

In bocca al lupo!

Daniele Modugno

Come svincolare un immobile con il saldo e stralcio?

Cari lettori, in questo spazio volevo far chiarezza su un argomento molto in voga: i saldi e stralci.

Il Saldo e Stralcio è una pratica per cui si chiude una posizione debitoria con meno denari rispetto a quanti contratti.

Quando non si riesce ad ottemperare ai propri debiti, per i più disparati motivi, nell’immaginario comune non esiste alcuna via d’uscita che non sia lasciare che il canale giudiziario faccia il suo corso e vedersi potar via l’immobile in asta.

In molti casi è reale non siamo qua a dire, come taluni fanno, che ogni posizione è “stralciabile” ma i nostri clienti devono sapere che prima di abbandonare al destino un proprio bene è d’obbligo provarle tutte e dunque disaminare attentamente la fattispecie e attuare una strategia, se applicabile.

Per capire meglio l’argomento, dobbiamo fare un pizzico di cultura sulla vita di una sofferenza.

Poniamo che il creditore sia la banca: in una prima fase, quando si inizia a non pagare le rate di mutuo, non parte immediatamente la burocrazia atta a espropriare il bene per il recupero dei denari attraverso l’uso del Tribunale, ma c’è una fase definita “Incaglio” per cui si ritiene che il disavanzo sia ragionevolmente sanabile. Quindi inizia il valzer di chiamate Banca/Debitore in cui si cerca di riposizionarsi con piani di rientro. Se la pratica non trova soddisfazione si passa alla fase due, quella del “Contenzioso”, perché vede l’inserimento di un legale che, prima notifica l’atto di precetto per poi, se non ottemperato, iniziare il contenzioso vero e proprio che produce l’effetto di sciogliere per inadempienza del debitore il contratto di mutuo. A questo punto si va spediti all’esproprio attraverso il pignoramento per riqualificare l’immobile, oggetto di garanzia, in un concorso d’asta.

Vi evitiamo i dettagli, utili e reali, ma sono dettagli. Oggi dobbiamo fare chiarezza e questa sussiste se si è semplici e fluidi. Và da sé che si dovrà attuare una strategia diversa a seconda del momento in cui ci troviamo.  Quali sono i parametri? Una cosa fondamentale è sapere quale sia, in maniera precisa, il valore del bene sul libero mercato e l’ammontare del debito. Da questi dati si costruisce l’intervento più opportuno, se plausibile. Ovviamente l’applicazione e conoscenza della valutazione spetta a noi e non ci dilunghiamo ora nell’analisi, perché i casi possono essere svariati e i creditori più di uno…

Cosa accade ad un debitore se il bene gli viene venduto in asta? Sicuramente che non avrà mai più accesso al credito e, se i denari recuperati sono inferiori all’ammontare del debito, di trovarsi “perseguitati” sulla rimanenza.Uno scenario nefasto, se consideriamo che un debitore medio ha un’età compresa tra i 45 ed i 50 anni.

Il saldo e stralcio permette di risolvere questa situazione, in quanto risulta un pagamento volontario e non un obbligo, questo produce per l’esecutato l’effetto di tornare, dopo un paio d’anni all’incirca, a nuova vita nel mondo del credito (sicuramente con altro istituto) ma soprattutto di aver chiuso il suo debito senza che gli venga richiesto alcunchè.

La cosa più sbagliata è mettere in vendita l’immobile al valore del debito, spessissimo decisamente superiore, motivi? Difficilmente si arriverà ad un lieto fine.

Se hai un problema di questo tipo parlacene, sapremo offrirti la giusta competenza e discrezione.

Un caro saluto

DAVIDE BOSISIO

Come svincolare un immobile con il saldo e stralcio?

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi